Il Foro Italico è un luogo particolare, sicuramente suggestivo, che merita di essere conosciuto sia per la sua storia, sia per i tanti eventi sportivi e artistici che si svolgono nella sua area, in primavera e in estate.

Nel mese di maggio gli appassionati di tennis di tutto il mondo avevano gli occhi puntati sul Foro Italico di Roma, splendido esempio di architettura razionalista di inizio Novecento.

Il Foro Italico è un luogo particolare, sicuramente suggestivo, che merita di essere conosciuto sia per la sua storia, sia per i tanti eventi sportivi e artistici che si svolgono nella sua area, in primavera e in estate.

Foro Italico

Progettato dall’architetto Enrico Del Debbio, il Foro Italico fu inaugurato nel 1932, quindi in pieno regime fascista, e infatti inizialmente fu chiamato Foro Mussolini. Venne poi ampliato successivamente e terminato in occasione dei Giochi Olimpici di Roma del 1960.

Per dare un’immagine di grandiosità vennero usate massicce quantità di marmo bianco, blocchi di granito, e creati monumenti maestosi come l’obelisco alto più di 17 metri dedicato a Benito Mussolini (con tanto di dedica Mussolini Dux), all’inizio del viale che conduce allo Stadio dei Marmi.

Il Foro Italico comprende oggi vari impianti sportivi:

Lo Stadio Olimpico

Costruito negli anni ’50, ristrutturato nel 1990 per i Mondiali di Calcio, può contenere fino a 70.000 persone. Vi si svolgono le partite di Serie A sia della Lazio che della Roma, oltre che diversi eventi, anche musicali.

Credits on Instagram @vivaviverostlmsf

Nella foto si vede la Fontana della sfera, simbolo dell’universalità dei giochi sportivi. Un tempo la fontana era funzionante (circolano sul web le foto di archivio che ne mostrano la bellezza). La sfera è pesante oltre 42 tonnellate e larga 3 metri di diametro!

Lo Stadio dei Marmi

Lo Stadio dei Marmi, con la pista di atletica fu realizzato sempre negli anni '30 da Enrico Del Debbio.

Credits on Instagram @antonituco

Si fa notare per le 60 statue di atleti (nudi!) in marmo, donate da varie città italiane. Ogni atleta rappresenta un diverso sport.

Credits on Instagram @beatrix_scrittrice

Lo Stadio del tennis

Ogni anno nel mese di Maggio i più grandi tennisti del mondo si danno appuntamento sui campi di terra rossa per la coppa degli Internazionali d’Italia.

Credits on Instagram @aliasberdy

Completano il centro sportivo il Polo Natatorio del Foro Italico con lo Stadio Olimpico del nuoto, il Castello per i tuffi realizzato dall’architetto Pier Luigi Nervi (realizzato per le Olimpiadi del 1960), la piscina pensile e la piscina coperta con bei mosaici di Giulio Rosso e di Angelo Canevari.

Credits on Instagram @babanet

A parte gli impianti sportivi, affollati in occasione dei vari tornei internazionali, tutta l'area merita una passeggiata, anche se non sempre le opere sono ben conservate. E' il caso della passeggiata lungo il Viale del Foro Italico, costeggiata da blocchi di marmo, che conduce alla fontana citata in precedenza.

Nel 2015, sul Viale delle Olimpiadi, è stata inaugurata una “Walk of fame” con 100 targhe dedicate a leggende dello sport italiano, ovvero atleti italiani che si sono distinti in varie discipline sportive.

Dove si trova:

Il Foro Italico si trova nella zona nord di Roma, ci si può arrivare con l’autobus scendendo sul Lungotevere Maresciallo Cadorna.

Credits foto apertura: on Instagram @ceciliaanselmi2


Back to Blog

Condizioni di prenotazione

Questo è il nostro sito ufficiale, migliore tariffa garantita.

Il nostro blog

Blog Hotel Nazionale