Roma non è solo storia, arte, cultura, musei... ma anche spazi verdi, parchi e giardini.
Maggio è il mese ideale per godersi i parchi della Capitale, per fare una passeggiata, un giro in barca oppure anche solo sdraiarsi su un prato. Ecco dove andare a Roma se siete in cerca di un po' di verde.

Roma non è solo storia, arte, cultura, musei... ma anche spazi verdi, parchi e giardini.
Maggio è il mese ideale per godersi i parchi della Capitale, per fare una passeggiata, un giro in barca oppure anche solo sdraiarsi su un prato. Ecco dove andare a Roma se siete in cerca di un po' di verde.

Villa Borghese

Credits foto: https://www.instagram.com/_irgio/

Impossibile non conoscere il grande parco di Roma – ma attenzione non è il più grande! - che con i suoi 80 ettari occupa una vasta superficie del centro della città. Vi si può accedere da diversi ingressi, tutti dislocati in zone molto battute dai turisti: i più famosi sono dalla scalinata del Pincio in Piazza del Popolo, oppure dalla cima di Trinità dei Monti (salendo da piazza di Spagna) o piazzale Flaminio.
Al suo interno, oltre all'omonimo museo, ovvero Villa Borghese, che conserva capolavori di Caravaggio, Bernini, Rubens, Canova... al Museo Etrusco, vari edifici e strutture da visitare (c'è pure il Bioparco, ex zoo di Roma).
Ma se volete restare all'aria aperta motivo di visita il laghetto col tempietto di Esculapio, dove è possibile prenotare per pochi euro un romantico giro in barca, e tutto il giardino circostante.


Uno dei panorami più famosi su Roma è dal giardino sul colle Pincio.
Nel parco c'è anche un'area dove si possono noleggiare i risciò a pedali o far salire i bambini su un pony.

Il nome deriva dall'antica proprietà: la famiglia Borghese già alla fine del 1500 possedeva l'area, che poi nei secoli è stata abbellita secondo i criteri sia del giardino all'italiana, che all'inglese. Fra vialetti, fontane, obelischi e statue, fiori e alberi di ogni specie, nonché animali in libertà – il Parco dei Daini nell'Ottocento era di fatto una riserva di caccia - era davvero un luogo incantevole.
Da vedere: l'originale orologio ad acqua di fine '800 (restaurato una decina di anni fa).

Villa Doria Pamphili

Credits foto: Desmatron di Wikipedia in italiano, CC BY-SA 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=41300225

E' il più grande parco di Roma – ben 184 ettari! - pertanto se siete in cerca di un po' di tranquillità, lontano dal caos, è ciò che fa per voi.
E' aperta al pubblico, dalle 7.00 del mattino fino all'imbrunire (in inverno chiude alle 18.00, in estate alle 20.00 e poi alle 21.00). Oltre che per fare una passeggiata o andare a correre, potete fare un picnic con tanto di barbecue o acquistando qualcosa al bistrot. C'è anche un'area per i cani.
Il nome deriva dalla famiglia nobiliare romana che la acquistò nel 1600 per farne una residenza di campagna: alla Villa Antica affiancò un altro edificio; poi nei secoli a venire subì altre inclusioni e modifiche fino all'aspetto attuale.
Dove si trova? Sulla parte occidentale del Gianicolo, tra Via Aurelia Antica e via Vitellia.
Da vedere: il giardino segreto, il laghetto, il ruscello e la fontana di Cupido.

Credits foto: www.italia.it

Villa Ada

Credits foto: https://www.instagram.com/sweeeeennn/

Secondo parco di Roma in termini di ettari, Villa Ada è un luogo ideale per camminare, correre, fare un picnic o respirare un po' di ossigeno, lontano dai turisti, che le preferiscono Villa Borghese. Villa Ada è per lo più frequentata dai locali, anche con bambini, per via del suo parco giochi. C'è un piccolo bar, un paio di laghetti con pesci e tartarughe, e qualche edificio singolare, come il bunker dei Savoia (!). Nonostante mantenga un'aria più “selvaggia” rispetto ad altri giardini, è molto amata dai romani che qui cercano svago e relax.
In estate vengono organizzati concerti o corsi di yoga.
Da fare: noleggiare una bici per girare nel parco.
Dove si trova? Lungo la Via Salaria, dove si snodano 4 ingressi, più un altro su via Panama.

Questi 3 parchi sono tutti a ingresso gratuito, ma potrebbe capitare che ogni tanto ci sia qualche incuria o siano privi di servizi igienici funzionanti. Noi confidiamo sempre nel comune senso civico!

Credits foto in apertura all'articolo Di Alinti - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1494242


Back to Blog

Condizioni di prenotazione

Questo è il nostro sito ufficiale, migliore tariffa garantita.

Il nostro blog

Blog Hotel Nazionale