Dopo il post del primo giorno e quello del secondo giorno, prosegue il nostro itinerario di 3 giorni a Roma. Dopo aver curiosato a piedi intorno all’hotel, fra Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e Pantheon, e aver scoperto le bellezze del Vaticano e di San Pietro, è ora di conoscere la Roma Antica.

Dopo i primi due itinerari – 1° giorno il centro storico intorno all’hotel, 2° giorno Vaticano e San Pietro – vediamo ora un itinerario di un giorno, alla scoperta della Roma Antica.

Punto di partenza può essere il Palatino ovvero il colle dove, secondo la leggenda, Romolo uccise il fratello gemello Remo, fondando Roma nel 753 a.C.

Dal nostro hotel è necessario prendere un mezzo pubblico per arrivarci. Dopo aver percorso un tratto a piedi potete scegliere o l’autobus o la metro. Nel secondo caso scendete alla fermata Colosseo, lo costeggiate, imboccate via di San Gregorio e dopo circa 250 metri trovate l’ingresso per salire fin lassù (biglietto cumulativo).

Le rovine di oggi non devono trarci in inganno: nell’antica Roma questa era una zona residenziale per le classi sociali più elevate. Fra le varie residenze c’era anche quella dell’imperatore Augusto, su due piani, con tanto di giardini privati, e quella della moglie Livia, risalente al I secolo a.C. che ancora oggi conserva begli affreschi.

Lo sapevi che:
La parola palazzo deriva proprio da questi sontuosi edifici che vennero costruiti sul colle Palatino?

Scendendo a piedi tornate appunto al Colosseo, maestoso monumento che testimonia i fasti dell’antica Roma. Uno stadio da 50.000 posti costruito nell’80 d.C! Se volete leggere alcune curiosità sul Colosseo, ecco il post dedicato al Colosseo.

Dal Colosseo imboccando la via Sacra, inizia l’area archeologica più importante della città, quella dei Fori.

Il Foro Romano era il centro politico, religioso, economico della città. Senatori e imperatori prendevano le decisioni che si riversavano su tutto l’Impero Romano. Ma c’erano anche luoghi sacri come la Casa delle Vestali e i numerosi Templi e Chiese. Per una visita dettagliate del Foro Romano potete leggere qui.

Dopo un millennio questo spazio non bastò più a soddisfare l’espansione della città e ne sorsero altri 5.

Attraversati dalla via dei Fori Imperiali, costruita da Mussolini a inizio ‘900 (che in questo modo danneggiò molti di essi), trovate gli altri Fori costruiti nei secoli dai vari imperatori: Cesare, Augusto, Vespasiano, Nerva e Traiano. Purtroppo è rimasto ben poco di tutto questo, ma merita una visita il Foro di Traiano, con il Museo dei Fori Imperiali e il Museo dei Mercati di Traiano. Per maggiori info: http://www.mercatiditraiano.it/it/sede/area_archeologica

Potete concludere questo percorso salendo sul Campidoglio, tramite la scalinata pedonale che sale da piazza d’Aracoeli (un tempo ci si arrivava anche con un prolungamento della via Sacra). Da quassù avrete una visione d’insieme dall’alto del Foro Romano.

Credits @the_yulia on Instagram

Il colle del Campidoglio abitato fin dall’antichità, ebbe una grande importanza, sia politica che religiosa, durante l’epoca repubblicana della città. Come altre zone di Roma ha subito trasformazioni che ne hanno alterato l’aspetto originario. Nel Medioevo le riunioni del Senato romano si tenevano nel Palazzo Senatorio, sorto sui ruderi del Tabularium, l’antico archivio di Stato (78°.C.).

Curiosità: In cima al colle si trovavano il tempio di Giove Capitolino e il Tempio di Giunone Moneta. Siccome qui si trovava la zecca, la parola moneta è diventata sinonimo di denaro, anche se la parola latina voleva dire tutt’altro! (Moneta = ammonitrice).

Il Campidoglio ha mantenuto un ruolo strategico per la città, dal momento che oggi qui si trova la sede del Comune di Roma.

E sempre qui ci sono i Musei Capitolini, il primo museo pubblico al mondo (1471!). Fra le innumerevoli opere presenti, soprattutto statue, la più famosa probabilmente è La Lupa, simbolo di Roma.


La statua in bronzo è del 500 a.C., i due gemelli Romolo e Remo furono aggiunti in epoca rinascimentale.
Non mancano capolavori di pittori dei secoli successivi: Tiziano, Caravaggio, Rubens…

Dentro ai Musei Capitolini si trova anche una caffetteria, nella bella Terrazza Caffarelli, che è utilizzata anche per eventi privati quali matrimoni, banchetti, ricevimenti. Godetevi un caffè da questa incredibile terrazza panoramica.

Credits: https://www.facebook.com/terrazzacaffarelliroma

Curiosità
La piazza del Campidoglio fu progettata nientemeno che da Michelangelo nel 1538. Al centro della piazza c'è la statua di Marco Aurelio, giunta pressoché intatta dopo secoli.


Credits foto: @Federicofalsetti on instagram

Per molti è la piazza più bella di Roma.

Una volta ridiscesi verso piazza Venezia, non potrete non notate l’enorme monumento di marmo bianco che domina la piazza; si tratta del Vittoriano, noto anche come Altare della Patria, costruito a fine ‘800. Ma di questo monumento parleremo un’altra volta!

Se vi siete persi gli altri post:


Back to Blog

Condizioni di prenotazione

Questo è il nostro sito ufficiale, migliore tariffa garantita.

Il nostro blog

Blog Hotel Nazionale