Dopo il primo post, prosegue il nostro itinerario di 3 giorni a Roma.

Dopo aver curiosato a piedi intorno all’hotel, fra Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e Pantheon, è ora di vedere altro!

Dopo aver curiosato a piedi intorno all’hotel, fra Fontana di Trevi, Piazza di Spagna e Pantheon (se non hai letto l’itinerario del giorno 1 lo trovi qui), è ora di vedere altro!

Roma è la città simbolo della religione Cattolica: non solo per la presenza del Papa, ma anche per la moltitudine di chiese presenti, colme di capolavori di artisti di vari secoli. Non si può dire di aver visto Roma senza aver visitato San Pietro e ammirato la sua immensa cupola.

Prendete un autobus per arrivare a San Pietro: in genere il 62, l’81 o il 492 dovrebbero andare bene, in circa 20 minuti arriverete a destinazione. Ma chiedete in reception dove si trova la fermata perché in Italia le linee ogni tanto cambiano tragitto!!!

Una volta arrivati sul posto prendetevi il vostro tempo a scattare foto, a percorrere le grandi ali della piazza camminando fra le colonne e magari fatevi un selfie con una Guardia Svizzera.


Credits foto @traveler_by_vocation on Instagram

Lo sapevi che…?

Le Guardie Svizzere sono l’esercito privato del Papa: inizialmente erano mercenari svizzeri che nel 1506 giunsero a Roma per difendere l’allora Papa Giulio II. Oggi sono dipendenti diretti del Vaticano, presidiano lo Stato Pontificio prestando giuramento al Papa il 6 maggio, data che ricorda il Sacco di Roma e il sacrificio di molti di loro per difendere il Papa dalle milizie di Carlo V.

Dopo aver visto il fuori, è fondamentale entrare dentro la Chiesa di San Pietro.
E’ aperta dalle 7.00 alle 18.30 (in inverno) e alle 19.00 (in estate).
Tenete presente che siete in un luogo di culto, pertanto oltre all’abbigliamento adeguato – gambe e spalle coperte - ci vuole un minimo di decoro e rispetto per i fedeli.

Rimarrete stupiti dalla grandezza di questa chiesa, lunga più di 200 metri, e dalla maestosità del baldacchino del Bernini.


Credits @lesliegrey_cn on Instagram

Appena entrati sulla destra ammirate la Pietà di Michelangelo, oggi protetta da un vetro dopo che un folle la danneggiò con un martello nel 1972.

Lo sapevi che…?
Sotto l’altare c’è la tomba dell’apostolo Pietro, primo Papa di Roma.

Se avete voglia, e non soffrite di vertigini, salite sulla Cupola: se ve la fate tutta a piedi - 551 gradini! - l’ingresso costa 6 €. Se fate un pezzo di ascensore e “solo” 320 gradini il biglietto è di 8 €.

Dopo aver visto la piazza e la Basilica, girate l’angolo e andate a visitarvi i Musei Vaticani. Ma solo se avete già acquistato il biglietto online! Ci vogliono circa 15 minuti a piedi per arrivare all’ingresso, non è propriamente vicino alla piazza.


Da vedere: le Stanze di Raffaello, la Galleria delle Carte Geografiche e soprattutto la Cappella Sistina affrescata da Michelangelo.
Per avere maggiori informazioni su cosa vedere dentro i Musei Vaticani leggete questo articolo sul nostro blog http://www.hotelnazionale.it/it/blog/vaticano/

La visita di questo museo può portare via molto tempo. Programmatevi i vostri orari di conseguenza. A questo punto vi sarà venuta fame! Cercate una trattoria o una pizzeria dove rifocillarvi, ordinando alcune delle specialità della cucina romana: bucatini all’amatriciana, spaghetti alla carbonara o cacio e pepe, carciofi alla romana e tutto ciò che è interiora! Se amate la pizza, quella romana bassa e croccante è famosa in tutta Italia!

Se non siete entrati ai Musei Vaticani, o preferite restare all'aria aperta, e avete un paio d’ore di tempo, potete seguire la nostra proposta di itinerario fra Trastevere e Gianicolo. Magari in prevsione di una cena in Trastevere, vi potete trattenere in zona.

Nel prossimo post l'ultimo itinerario di Roma in 3 giorni.


Back to Blog

Condizioni di prenotazione

Questo è il nostro sito ufficiale, migliore tariffa garantita.

Il nostro blog

Blog Hotel Nazionale